Risultata positiva al covid. Come mi sono aiutata con l'autoipnosi. La testimonianza di un’allieva

  • 18 Maggio 2020

"Dal 9 aprile sono rimasta in isolamento a causa del Covid-19. Per fortuna nessun sintomo grave ma ero particolarmente infastidita da una sensazione di ovattamento collegata alla presenza di catarro nella tuba uditiva destra. Nonostante fluidificanti ed aerosol, non riuscivo a liberarmi da quel disturbo finché non ho iniziato ad aiutarmi con l’autoipnosi. Durante la trance visualizzavo un canale ostruito da materiale vischioso immaginando varie strategie per ripulirlo (renderlo più liquido, riscaldare e dilatare le pareti, far intervenire piccoli spazzini...). Constatando che tutto questo mi dava un sollievo immediato, ho continuato a farlo per altri due giorni fino alla completa scomparsa del disturbo. 
Tutto questo lavoro, non solo mi aiutava a risolvere il problema dell’orecchio, ma anche ad affrontare meglio la sensazione di ovattamento che stavo vivendo nell’isolamento.

Sono molto grata a Nicoletta, a Mauro e agli altri insegnanti del Centro Ipnosi Nicoletta Gava per tutto quello che mi hanno insegnato in merito all’ipnosi ericksoniana che, da qualche anno, integra il mio lavoro di medico neurologo e rappresenta un importante strumento di aiuto personale."

Giovanna Savorgnan - Neurologa


Contatti

> INDIRIZZO

Via Don Giovanni Minzoni, 14
10121 Torino - Italia


> E-MAIL

info@centroipnosigava.it


> SEGRETERIA

+39 320.2350523

Alcune richieste

Fin da piccolo mi prendevano in giro per questa cosa dell’arrossire…

Cosi ho iniziato ad evitare quasi tutte le occasioni in cui devo incontrare persone che non conosco bene… Vorrei sentirmi più sicuro.

  • Alessandro, 35 anni

Ci ho provato mille volte. Smettere è facile, la cosa difficile è non ricominciare! L'ipnosi può aiutarmi a darci un taglio definitivo?

  • Gerardo, 41 anni

Da quando è nato mio figlio, addio sonno. Anche adesso che è grandicello si fa fatica a dormire un’intera notte. Quando torneremo a dormire?

  • Marta, 27 anni

"E poi ti vorrei anche ringraziare invece perché con questa storia del corona virus posso vedere tangibilmente gli effetti del percorso fatto insieme. Prima di conoscerti sarei stato letteralmente nel panico e invece riesco a gestire le mie emozioni in maniera adulta e consapevole. Ed è merito tuo. Grazie”


"Per me l’ipnosi è stato tutto. 

Ero felice al settimo cielo, incinta di qualche mese proprio perché tutto andava troppo bene .. 

poi arriva un giorno che.. la felicità diventa difficoltà.. un distacco di placenta e la piccola che tenevo in grembo poteva avere delle amputazioni.. lì l’ansia è stata grande, enorme.. ed ero una mamma piena di paure.. così ho iniziato un percorso da una dottoressa che mi insegnava l’ipnosi… 

 e piano piano tutto è diventato più semplice... riuscivo a gestire le mie ansie e stare a contatto con la mia creatura…

 e piano piano anche gli esami ematici iniziavano a migliorare.. io mi sentivo di nuovo in forma come all’inizio.. questa è stata per me l’ipnosi”


"Essendo stato un forte ed accanito fumatore per decenni ed avendo tentato di smettere di fumare più di una volta, conoscevo bene i problemi e le difficoltà connessi (nervosismo, tensione ed una voglia smodata di fumare).

Pertanto, quando all’inizio del 2015 decisi, nuovamente, di smettere di fumare, cercavo una modalità “facile” perché non volevo affrontare le difficoltà connesse. Facendo un po’ di ricerca on-line venni a conoscenza dell’impiego efficace dell’ipnosi per il tabagismo. Decisi di rivolgermi all’ipnosi ericksoniana in quanto l’ipnosi è il fondamento dell’approccio e non una tra le tante metodiche utilizzate.


Nella seduta stabilita per affrontare il problema, la seconda, sono sempre stato cosciente e partecipe e si è svolta con un dialogo partecipato molto concentrato. Non è accaduto nulla di apparentemente eclatante o spettacolare, perché l’ipnosi non ha nulla a che vedere con ciò che si vede negli spettacoli. Tant’è che sono uscito dubbioso su ciò che era avvenuto ma, comunque, ho gettato i pacchetti di sigarette che avevo in tasca in un cestino in strada e sono andato a casa.

Due giorni dopo, mentre ero in auto e ritornavo dal lavoro, ho realizzato che erano due giorni che non fumavo, che non avevo pensato o non avevo sentito il bisogno di fumare, pur frequentando persone che fumavano…ecco, qualcosa di eclatante era accaduto dentro di me in modo naturale.

Ora sono passati quasi 5 anni e non ho mai più avuto il desiderio di fumare…come se non avessi mai fumato in vita mia."

Invito al Dialogo

Desideri maggiori informazioni? Contattaci direttamente!

VAI